lunedì 24 aprile 2023

UNA PERLA CHE PUÒ SOLO ASSAPORARE IL MARE di Bill Wolak

William Wolak nel 2007 è stato selezionato per partecipare a una delegazione di amicizia in Iran sponsorizzata dalla Fellowship of Reconciliation, la più grande e antica organizzazione interconfessionale americana per la pace e la giustizia. Durante l’estate del 2010, il Nostro ha soggiornato in Cina e Giappone, inviato dal National Consortium for Teaching about Asia. Ha partecipato inoltre a vari Festival Internazionali di poesia in India e in Europa, tra cui Mihai Eminescu di Craiova, Romania; Europa in versi, Como, Italia; al Festival Internazionale di Poesia di Pesaro, Italia; alla Settimana Internazionale di Poesia Xichang-Qionghai Silk Road, Xichang, Cina; all’Ethnofest, Pristina, Kosovo e alla Settimana Internazionale di Poesia di Chengdu, Chengdu, Cina.

Traduzione a cura di Laura Garavaglia
Translated by Laura Garavaglia

williamwolak@netzero.net

ACQUISTA 


 

martedì 18 aprile 2023

Nottario: Aforismi 2015 – 2021 di Marco Ercolani (collana Dissensi a cura di Donato Di Poce)

Al mio Nottario metto mano ogni giorno, scrivendo quello che è il contrario di un Diario: se il “diario” accoglie le annotazioni diurne della percezione, il “nottario” rivela i soprassalti notturni del pensiero. Il mio Nottario non è dissimile dal Palais Ideal del postino Ferdinand Cheval, assemblato pietra dopo pietra, notte dopo notte, in decenni di semifolle lucidità: è questo il mandato a cui devo obbedire. Senza libri a cui obbedire la vita perde senso: libri che siano sorgenti, matrici, inizi, come lo è questo Nottario, crogiuolo di possibili opere in corso. (Marco Ercolani)

La foto di copertina è di Paola Mongelli
La foto in quarta di copertina è di Chiara Romanini

ACQUISTA



 

 

lunedì 10 aprile 2023

E se nel giallo ti vedrò di Marcello Buttazzo

Marcello Buttazzo canta, a volte ossessivamente attraverso la reiterazione di lemmi e situazioni, la vita (la sua e quella d’intorno) rendendola in versi frementi sino alla vertigine. L’esito (rinvenibile specialmente dalla lettura a voce alta di questi versi) è quello d’un intreccio polisonoro e policromatico che consente di entrare nel mondo poetico di Marcello Buttazzo. (Vito Antonio Conte)

In fondo la poesia di Marcello Buttazzo è e resta una lirica d’amore nel senso più ampio di questo termine a sua volta così ampio e il presente libro non si sottrae certamente a ciò. Ma, sullo sfondo, si agita una certa disperazione, o forse lacerazione, un’ansietà diffusa che non sembra trovare vera pace, che non si placa. Riguarda il destino del poeta e del mondo. (Roberto Dall’Olio)

ACQUISTA 


 

OTRANTO, IL PALINDROMO DEL TEMPO: a proposito di Singlossìa e di Sator di Francesco Pasca

I luoghi hanno parole che custodiscono il senso profondo, ancestrale, che stringono l’enigma e attendono il suo disvelamento per poi poterlo...