lunedì 11 luglio 2022

Il fiore bianco di Bruce Meyer

Non è stato facile selezionare dalle antologie originali in lingua inglese le poesie che compongono la presente raccolta. Ogni poesia di Meyer ha, infatti, musicalità, ricchezza emotiva, incanto iconico. Nei versi di Meyer, sentimento, percezione, intuizione si convertono, come per magia, da eventi esistenziali e spirituali privati, in immagini che comunicano quelle esperienze personali al lettore. Questo micro-miracolo di fruibilità, di comunicazione efficace, Meyer lo attua – sempre a partire da una visione interiore – grazie a un uso parco, preciso, prezioso – un uso «onesto» − del linguaggio. (Angela D’Ambra)

ACQUISTA 

 


 

OTRANTO, IL PALINDROMO DEL TEMPO: a proposito di Singlossìa e di Sator di Francesco Pasca

I luoghi hanno parole che custodiscono il senso profondo, ancestrale, che stringono l’enigma e attendono il suo disvelamento per poi poterlo...